Effluvio capelli in primavera: fisiologico o preoccupante?

Effluvio capelli in primavera

Il periodo primaverile, come ogni cambio di stagione, porta con sé alcune fisiologiche risposte del nostro organismo volte ad adattare il nostro fisico alle nuove condizioni esterne. Tra i segnali più visibili di questa transazione stagionale c’è quello che più spaventa la maggior parte delle persone: l’effluvio fisiologico.

In questo articolo sfatiamo qualche mito e facciamo chiarezza su cosa sia e come vada affrontato questo sintomo di cambiamento in atto all’interno del nostro corpo.

Che cos’è l’effluvio fisiologico?

Si tratta di un vero e proprio ricambio dei capelli.
Un po’ come avviene in tantissime specie animali, i nostri capelli tendono a cadere con maggiore copiosità durante il periodo primaverile. Si tratta di una risposta del tutto naturale di rinnovamento messa in atto dal nostro corpo che si libera dei capelli che hanno raggiunto la fase detta Telogen ovvero la fase finale del ciclo di vita capillare.

L’effluvio fisiologico spesso lascia chi ne è interessato in uno stato di generica ansia perché i capelli sembrano cadere in maniera molto copiosa. Il risultato è generalmente una spasmodica corsa al rimedio che si traduce in acquisti esagerati di prodotti più o meno blasonati. In caso di effluvio fisiologico, intervenire con farmaci indicati per la caduta è completamente inutile poiché la caduta dei capelli non è motivata da uno squilibrio interno o da una compromessa salute dei bulbi ma da una fisiologica fase di ricambio capillare.

Cosa fare se la caduta dei capelli diventa visibilmente eccessiva?

È comunque opportuno monitorare lo stato di salute dei nostri capelli.
Se al risveglio ti accorgi di un’eccessiva quantità di capelli lasciati sul cuscino oppure durante il normale spazzolamento quotidiano il numero di capelli rimasti su pettine o spazzola ti sembrano davvero eccessivi potrebbe non trattarsi esclusivamente del consueto effluvio fisiologico legato alla primavera.

In questo caso è importante rivolgersi al più presto ad un esperto in tricologia che sappia ricostruire le motivazioni alla base di una simile caduta e sappia consigliarti il miglior percorso per arrestare subito la caduta e stimolarne la ricrescita.

Stai riscontrando anche tu una maggiore perdita di capelli?

Ti stai chiedendo se si tratti del consueto effluvio fisiologico legato alla primavera o se ci sono altre cause scatenanti alle quali porre rimedio? Se hai bisogno di consulenza immediata puoi approfittare del nostro nuovo servizio di consulenza online: è sempre tempestivo, gratuito, personalizzato e discreto.

Individuare la causa è sempre il primo passo per trovare la giusta soluzione:
RICHIEDI SUBITO una consulenza gratuita online.

Pubblicato il:

Articoli correlati